Testimonianza AtlasPROfilax®: Problemi di cervicale, contratture muscolari sul dorso e bacino inclinato.

Rosa effettua il Metodo nel 2011 perché ha sempre forti dolori alla cervicale, alla schiena, dolore al gomito destro, il bacino inclinato sul lato sinistro e in avanti, dolore costante alle ginocchia, caviglie e polsi gonfi, gastrite cronica con reflusso esofageo. La notte non riesce a dormire per il dolore, si gira continuamente nel letto cercando una posizione di sollievo, ma non la trova, così al mattino si alza a fatica ed è stanca. Dopo circa un anno Rosa racconta brevemente la sua esperienza e i benefici ottenuti dopo l’applicazione del metodo AtlasPROfilax®.

Studio: Basculazione pelvica e gamba corta funzionale

Studio medico usando un inclinometro per creste illiache, per verificare come il metodo AtlasPROfila® per la correzione e allineamento della mal posizione dell’atlante cambia il livello di inclinazione dell’osso illiaco nel piano frontale in piedi.

AtlasPROfilax®: Intervista all'autore dello studio (Basculazione Pelvica e gamba corta funzionale), Matthew Voigts Osteopata, Agopuntore e Professionista formato nel Metodo AtlasPROfilax®.

  • D.O. Matthew Voigts

Autore dello studio

D.O. Matthew Voigts

  • Dottore in Osteopatia e membro del General Osteopathic Council della British Osteopathic Association.
  • Atlasprof® della AtlasPROfilax® Academy in Svizzera dal 2011.
  • AAgopunturista registrato nella “ British Acupunture Society” appartenente alla Società Medica Britnnica di Agopuntura.
  • Terapista de Scenar®
  • Specialista in Medicina dello Sport, Chiropractica e Terapia del Dolore.

Luogo dello studio

Centro Medico e Clinica di Osteopatia e Terapia Naturale di Londra:

L’ Atlas-Clinic, Il London Medical Centre, 142-146 Harley Street, London, W1G 7LD

Servicios ofrecidos:

  • Osteopatia
  • Atlasprofilax®
  • Agopuntura
  • Scenar

Introduzione

Si è misurato l’inclinazione sul piano frontale delle creste illiache di 350 pazienti, 225 uomini e 125 donne. Le misurazioni si sono fatte in gradi mediante l’utilizzo di un inclinometro per le creste illiache. I pazienti sono stati valutati prima e rivisti dopo la correzione dell’atlante con il metodo AtlasPROfilax® per la correzione della mal rotazione dell’atlante. Tutti i pazienti furono esaminati prima della correzione e il 100% del gruppo ha presentato valori con una dicrepanza sulla lunghezza della gamba con due presentazioni molto comuuni.
Il 72% del gruppo dello studio ha avuto un accorciamento della gamba sinistra associata ad una inclinazione sinistra a destra delle creste illiache e il 23% presentava un accorciamento della gamba destra associata ad una inclinazione destra a sinistra della cresta illiaca.
L’opinione dell’autore indica che l’eziologia predominante della discrepanza funzionale nella longitudine della gamba è dovuta ad una mal rotazione dell’osso Atlante.

Obiettivi

1. Misura in gradi dell’inclinazione sul piano frontale delle creste illiache prima e dopo l’applicazione del Metodo AtlasPROfilax®.

2. Mostrare che la mal rotazione dell’Atlante ha una correlazione diretta con l’inclinazione delle creste illiache e per tanto con la linea primaria del Sacro.

3. Mostrare che la valutazione inclinometrica del piano frontale delle creste illiache con un metodo diagnostico Kinesiologico addizionale è utile nel procedimento di AtlasPROfilax®.

Introduzione

La discrepanza funzionale nella longitudine di una gamba (DFLG) può essere Strutturale/ Anatomica (DFLG-S) o Funzionale (DEFG-F).

  • DFLGP-S causata per accorciamento della struttura ossea (congenita o acquisita).
  • DFLG-F causata per una alterazione biomeccanica*1. Nella bibliografia dell’Osteopatia la DFLG-F è secondaria alla torsione della Pelvi e al dislivello del sacro causando per una disfuzione somatica tipicamente la L% o a livello sacro illiaco. I terapisti manuali suggeriscono che esiste una stretta relazione tra una GCF. (Gamba più corta Funzionale) e torsione pelvica*2.
  • Cooperstein e Lew hanno concluso che una GCF coincide con una rotazione posteriore coxal nella gamba lunga e una rotazione anteriore coxal nella gamba corta. Usando un inclinometro per le creste illiache rileviamo la cresta illiaca più alta dal lato della gamba lunga*2.

*1 Gurney B, Gait and Posture, 15 (2002), 195-206. ||*2  Cooperstein and Lew, J of Chiro Med Sep 2009.

Torsione Duramadre: foro magno - coccige

La Duramadre è la più esterna delle tre meningi che avvolgono il Cervello e il Midollo spinale.

La Duramadre è stata descritta come “dura e inflessibile” .
Nel 2011, Scalli, riporta una connesione del tessuto molle del retto posteriore maggiore alla dura madrea cervicale. Varie manifestazioni cliniche come Emicranie, Nevralgia del trigemino e altri sintomi potrebbero avere una relazione con questa condizione anatomica (Spine 2011). Il Retto Posteriore minore della testa ha un ancoraggio simile descritto per Hack. Nel 1995. Hanno osservato un ponte di tessuto connettivo tra il Retto Posteriore minore della testa e il volto dorsale della Duramadre a livello Atlanto-Occipitale in dissezioni di cadaveri e in risonanza magnetica.

Il ponte miodurale può giocare un ruolo molto importante nella patogenesi del mal di testa cervicogenico. Il Dr. Nick Hodgson ha rivisto molto a fondo l’ivestigazione anatomica e fisiologica della Duramadre. In base alla conoscenza attuale si conclude che la Duramadre è più fortemente ancorata intorno del forame magno e del coccige. Essa ha anche delle ancore a il corpo C2, il ligamento nucale a livello atlantoassiale e al legamento posteriore tra L3 e S3.

Metodo impiegato

Inclinometro per la misurazione delle creste illiache.

Si usò un Inclinometro per la misurazione di questo Studio. Consiste in una barra orizzontale con un livello di bolla. Due braccia scorrevoli sono incollati sull’asta/barra orrizzontale su ogni lato del livello della bolla. Le braccia scorrevoli sono progettate per rimanere in contato con la superficie superiore delle creste illiache. Per ottenere una misurazione precisa è importante premere saldamente con precisione uguale con entrambe le mani dell’operatore su l’unione delle braccia scorrevoli e la barra orrizonatale. E’ molto importante anche che le braccia sono equidistanti dal livello di misurazione e parallele rispetto il suolo.
Lo scopo dell’Inclinometro per le creste illiache è la misurazione dell’inclinazione o l’obliquità delle creste illiache in relazione orizzontale in gradi. In questo Studio l’inclinazione di sinistra a destra (p.e. la cresta illiaca destra era più alta di quella sinistra) si registrò con gradi positivi, mentre quella con inclinazione di destra a
sinistra (p.e. la cresta illiaca sinistra era più alta di quella destra) si registrò un grado negativo.

L’Inclinometro usato in questo studio era simile a quello utilizzato nello Studio “ Affidabilità della misurazione dei livelli di creste illiache nella posizione seduta o bipedetazione con un nuovo dispositivo di misurazione”.

Piva SR,Erhard RE,Childs JD,Hicks G,Al-Abdulmohsin H.  ||Department of Physical Therapy, School of Health and Rehabilitation Sciences, University of Pittsburgh, Room 6035 Forbes Tower, Pittsburgh, PA 15260, USA.

Misurazioni

Per più di 2,5 anni l’autore misurò l’obliquità delle creste illiache in pazienti, annotando i risultati in gradi in posizione in piedi. Le misurazioni si fecero prima e dopo l’applicazione del Metodo AtlasPROfilax®. Fu impiegato anche il Test della gamba funzionale più corta secondo l’insegnamento dell’AtlasPROfilax® Accademy Svizzera per misurare l’apparente differenza di lunghezza della gamba.
Si misero tutti i Pazienti con discrepanza funzionale della lunghezza di una gamba (DFLG) di origine Strutturale/Anatomica (DFLG-S).

Un alta percentuale di Pazienti furono ritestati dopo due settimane dall’applicazione e un piccolo gruppo fu ritestato varie volte in intervalli di tempo maggiori.

Resultati

I Dati raccolti di Pazienti si mostrano nella Tabella seguente. Si è indicata L’età del Paziente, genere così come il rispettivo accorciamento funzionale della gamba in cm. Le misurazioni dell’Inclinometro si registrarono in numero di gradi e una inclinazione di sinistra a destra che si segnò in grado positivo essendo l’inclinazione di destra a sinistra annotata in gradi negativi.
Le misurazioni con l’inclinometro furono registrate immediatamente dopo l’applicazione dele Metodo AtlasPROfilax®. Nella maggior parte dei casi si è realizzata una visita di controllo con la registrazione di nuove misurazioni. In una piccola percentuale 3-4% è stato controllata in intervalli di tempo più ampia annotando il numero di giorni.

Risultati in percentuale dei miglioramenti su persone

MIGLIORAMENTI TOTALI DELL’INCLINAZIONE: 92,86%

E’ stato messo in luce una percentuale molto alta di miglioramenti totali (92,86%) nell’inclinazione pelvica. L’inclinazione è scomparsa totalmente in questi casi.

MIGLIORAMENTI SENZA UN TOTALE RIEQUILIBRIO: 7,14%

Un (7,14%) dei soggetti esaminati ottennerono un miglioramento senza avere un totale riequilibrio pelvico.

NESSUN MIGLIORAMENTO PEGGIORAMENTO O AGGRAVAMENTO DELL’INCLINAZIONE: 0%

In nessun caso (0%) l’inclinazione non aveva subito nessun miglioramento e in nessuno dei due si è apprezzato un aggravamento o peggioramento dell’inclinazione.

Dati dello studio

Si usò una misurazione di un campione di 350 persone per questo Studio:  
(225 donne e 125 uomini). Le persone  hanno chiesto l’applicazione del metodo AtlasPROfilax® nel Centro del D.O. Voigts in Inghilterra. I dati furono raccolti per un periodo di due anni e mezzo (2,5 anni).

Nella Tabella seguente i dati dell’età.

È stata trovata più frequentemente una gamba più corta Funzionale (GCF).

La grafica inferiore mostra le due presentazioni più comuni tra i Pazienti. La presentazione più comune fu la gamba funzionale accorciata sinstra associata a una inclinazione illiaca di sinistra a destra

Inclinazione pelvica pre-trattamento (prima di applicare AtlasPROfilax®)

Il  grafico mostra che l’inclinazione positiva fu molto più comune a quella negativa prima del Metodo AtlasPROfilax®.

 

 

Inclinazione pelvica post-trattamento (dopo l'applicazione di AtlasPROfilax®)

Il grafico mostra che più del 90% delle persone teneva in equilibrio l’inclinazione pelvica dopo dell’applicazione del metodo AtlasPROfilax®. Anche il miglioramento dei Pazienti che erano ancora con qualsiasi obliquità pelvica mostravano senza  impedimento un miglioramento del livello dell’inclinazione.

Discussione

IL METODO ATLASPROFILAX® include una pressione vibrazionale strategica sui muscoli della regione occipitale. Il Trattamento permette di rilassare i muscoli e fasce a livello profondo permettendo all’Atlante di andare nel suo luogo naturale. I risultati di questo Studio suggeriscono che il Metodo AtlasPROfilax® crea un meccanismo che stabilizza la base del Sacro che porta in una correzione della Pelvi e la PFC. L’Autore sottolinea che la Duramadre può avere un ruolo molto importante in questo meccanismo. Il fatto che la Duramadre si inserisce più fortemente nella base occipitale e nel coccige deve esser la chiave perchè AtlasPROfilax® causa un effetto nel sacro e nella pelvi. La Duramadre è flessibile, ma è anche molto resistente alla torsione. Una mal rotazione dell’Atlante può creare una torsione nella Duramadre e possibilmente questa torsione causa un dislivello nella base del sacro che risulta in PFC.
AtlasPROfilax®  disinterferisce la torsione della Duramadre. L’autore ha osservato che in casi questa inclinazione pelvica migliorò, però non si risolvette totalmente perchè solitamente coesiste una disfunzione dell’articolazione sacroilliaca. La manipolazione Osteopatica effettuato dopo il Trattamento AtlasPROfilax® direttamente sulla Scaroilliaca normalmente risolve questo problema e le creste illiache si livellano.

Conclusione

L’autore propone che la mal rotazione dell’Atlante è la causa primaria somatica disfunzionale e che questo problema è presente in una percentuale molto alta degli esseri umani con eziologia tuttavia indeterminata. Questa mal rotazione induce una torsione durale che ha degli effetti collaterali. A livello inferiore, sacrale, si crea una torsione durale con irregolarità pelvica e per conseguenza una GFC. Questo Studio indica che una volta corretta la mal rotazione dell’Atlante la torsione durale si riduce immediatamente o si elimina completamente e si corregge la torsione pelvica e la GFC.

Bibliografia

Frank Scali, Eric S.Marili, Matt E. Pontell. 'Anatomical Connection Between the Rectus Capitis Posterior Major and the Dura Mater'. Spine 2011

Gary D. Hack, Peter Ratui, John p. Kerr, Gwendolyn F. dunn, Mi Young Toh. 'Visualisation of the Muscle-Dural Bridge in the Visible Human Data Set'. The Visible Human Project, National Library of Medicine.

Dr Nick Hodgson 2006 www.torquerelease.com.au The Role of the Spinal Dura Mater in spinal Subluxation.

Piva SR,Erhard RE,Childs JD,Hicks G,Al-Abdulmohsin H. Reliability of measuring iliac crest level in the standing and sitting position using a new measurement device.Source:Department of Physical Therapy, School of Health and Rehabilitation Sciences, University of Pittsburgh, Room 6035 Forbes Tower, Pittsburgh, PA 15260, USA.