Cattiva postura

La cattiva postura può essere dovuta a cattive abitudini posturali durante lo studio, nel caso di giovani, o posizioni viziate della colonna, negli adulti e negli anziani.

Senza impedimento, uno dei fattori determinanti è il centro di gravità della colonna. Si tratta di un fenomeno di fisica elementare. Gli esseri umani camminano eretti. La testa è la nostra prima unità strutturale fissata sulla colonna vertebrale. L’Atlante è la prima vertebra sopra la quale risiede il cranio che ha un peso da 4 a 8 Kg. Per tanto, l’Atlante funge da perno per determinare il centro di gravità di tutta la colonna vertebrale e il corpo in generale (Spalle, Pelvi, Ginocchia e dei Piedi).

Una posizione corretta dell’Atlante aiuterà il corpo a inviare gli ordini corretti dal cervello, perchè questi rinvii le informazioni adeguate a tutti i muscoli e articolazioni in modo che la postura tenda ad essere verticale e naturale. Al contarario se l’Atlante ha una posizione scorretta rispetto alla sua posizione naturale con la testa, il resto delle vertebre tenderanno a disallinearsi coivolgendo muscoli, articolazioni e altri tessuti.

Atlante e postura

Possiamo comparare l’Atlante con il volante di un carro o il manubrio di una bicicletta. Se mantengo il volante dritto, il veicolo tenderà ad una traiettoria rettilinea. Se, al contrario, torciamo, giriamo o deviamo il volante o il manubrio, il veicolo devierà dalla traiettoria rettilinea.

La deviazione dell’Atlante a causa di problemi che si sono verificati durante la gravidanza, il parto, o aggravata a causa di cadute o incidenti, può essere il fattore numero uno per lo sviluppo e il mantenimento di una postura scorretta. Una delle disfunzioni posturali più comuni è la testa anteriorizzata e delle spalle, la formazione della “gobba” (Ipercifosi) che spesso include una curva lombare esagerata (Iperlordosi lombare), specialmente nelle donne. Tutto questo può coinvolgere e influenzare la posizione della Pelvi, delle Ginocchia e incluso il cambiamento della posizione naturale dei Piedi (appoggiare maggiormente i talloni o le punte, o favorire il disallineamento di un arco plantare in caduta o più pronunciato).

Migliorare la postura con AtlasPROfilax®

La correzione dell’Atlante aiuta alla restabilizzazione meccanica e neuromuscolare della postura nel corpo umano.
Mentre ci sono altri fattori essenziali nel corpo umano per il mantenimento della cattiva postura, è più importante eliminare la causa principale: la posizione scorretta dell’Atlante.

Negli esempi successivi che seguono possiamo vedere un cambio naturale della posturta prima e dopo il Trattamento AtlasPROfilax®:

  • Prima del Trattamento / Dopo il Trattamento (cortesía S. Heel)
  • Prima del Trattamento/ Dopo il Trattamento (cortesía Dra. Laguna)
  • Prima del Trattamento / Dopo il Trattamento (Cortesía Dra. Laguna)
  • Antes de la terapia / Después de la terapia (Cortesía S. Heel)
  • Prima del Trattamento AtlasPROfilax® / Dopo il Trattamento AtlasPROfilax® (Immagine cortesía de S. Heel)

Efficacia, Miglioramenti e Limitazioni

AtlasPROfilax® ha un effetto molto positivo e una alta efficacia nel miglioramento della postura. Più dell’80% delle perosne trattate sente un cambiamento spesso immediato dopo l’applicazione del Trattamento. La postura è più eretta e verticale. La gran maggioranza delle persone trattate riporta che il miglioramento della postura si mantiene nel tempo ed anche la postura è più recettiva nel ritornare o mantenere una posizione eretta e verticale.

Le limitazioni più importanti sono per le infermità degenerative provocate nel corpo o di degenerazione e deformazione muscolare e articolare avanzata, soprattutto per le persone di età avanzata.

Bibliografia relazionata:

1.- MM, Fuller. Posture: Barometer of health and well-being: close scrutiny of childhood posture habits reveals necessity of early regulation. The Osteopathic Profession Vol. 10, pp. 18-22, 38, 40, 42-45. 1943.

2.- V.V.A.A. Contrôle postural et représentations spatiales : De la Neurobiologie à la Clinique. Solal Editeurs. 2008.

3.- Chaitow, Leon; DeLany, Judith. Clinical Application of Neuromuscular Techniques, Volume 1: The Upper Body. Churchill Livingstone. 2008.

4.- Baron J.B.; Bessineton J.C.; Bizzo G.; Noto R. Corrélation entre le fonctionnement des systèmes sensori-motrices labyrinthique et oculomoteur, ajustant les déplacements du centre de gravité du corps de l'homme en orthostatisme. Agressologie, 14, pp. 79-86. Tivanian G. & Pacifici M. 1973.